Museo Imhotep a Saqqara: descrizione, storia, foto

4.4 / 5 167 Recensioni

8

Tipo di tour Tour delle piramidi
Fotografia Consentito

Indirizzo

Location: Sakara plateau

Accessibilità

wheelchair accessible

Ufficialmente inaugurato il 20 aprile 2006, il Museo Imhotep si trova ai piedi del complesso della necropoli di Saqqara, non lontano da Memphis. Il museo venera sia l'antico architetto egiziano Imhotep che la celebre egittologia francese Jean Philippe Lauer. È davvero una chicca! In mostra troverete monumenti scavati a Saqqara ma mai esposti prima in nessun altro museo in Egitto. Il tema principale del museo è mostrare i manufatti più significativi scoperti nel sito di Saqqara.

Prima dell'ingresso sul lato destro, i visitatori vengono accolti in un centro visitatori o nella cosiddetta sala di visualizzazione visiva dove guardano un documentario di 10 minuti sulla storia di Saqqara chiamata Saqqara Hidden Path to Eternity presentata dal National Geographic Television and Film , in collaborazione con il Supremo Consiglio delle Antichità e narrato dal famoso attore egiziano e internazionale Omar El Sherif.

Entrando nella prima delle sei sale, i visitatori incontreranno un rimanente piedistallo della statua del re Zoser, rinvenuto in un piccolo santuario a sud del colonnato d'ingresso del suo complesso funerario. i piedi oltrepassano nove archi che rappresentano paesi stranieri. Sulla base c'è un'iscrizione con i nomi e i titoli del re Zoser; inoltre a Imhotep è stato concesso il privilegio di scolpire il suo nome. A destra è la seconda galleria chiamata Missione di Saqqara, che mostra le più recenti scoperte portate alla luce a Saqqara da varie missioni archeologiche. Tra la collezione è la famosa bara antropoide ben conservata e con cassa d'oro, che fu tra gli scavi del Dr. Zhi Hawas risalenti al periodo tardo intorno alla trentesima dinastia. Oltre agli strumenti chirurgici in rame da una tomba della dinastia V-VI di Qar, il quale era un medico del palazzo e custode dei segreti del re. Vicino alla sua tomba sono stati trovati altri oggetti in bronzo tra cui una statua di Imhotep che è stata trovata in una cache risalente al tardo regno, attualmente esposta in un'altra sala del museo.

Sul lato destro, accanto alla sala della missione di Saqqara, si trova la terza sala degli Stili di Saqqara che presenta una collezione di vasi in pietra utilizzati per i materiali cosmetici e gli unguenti del primo periodo dinastico. Tra questi una collezione di vasi in argilla e alabastro di varie forme. Più di 40.000 vasi scolpiti nella pietra dura sono stati trovati nelle gallerie sotto la piramide a gradoni. Molti di questi erano della prima e della seconda dinastia e si ritiene che Zoser li abbia messi nella sua tomba. Inoltre si poteva vedere una diversa collezione di strumenti e utensili, una collezione di pietra calcarea e statue di legno dipinte con colori vivaci.

Dopo la galleria di stili di Saqqara, il visitatore passerà attraverso la quarta sala progettata principalmente per esporre i resti di diversi stili architettonici dal complesso funerario di Zoser nel sito. Gli oggetti includono resti di colonne che formano il colonnato, resta il fregio di cobra portato dalla facciata della cappella di culto della tomba meridionale per la protezione, una statua senza testa del re Zoser, un grande modello della parete piastrellata blu della tomba meridionale della piramide a gradoni, che mostra re Zoser in abito da cerimonia per il suo festival del giubileo noto come Heb-Sed Festival. In questa stanza è esposta anche la famosa statua in bronzo di Imhotep.

Una porta della quarta galleria conduce alla quinta chiamata ' Tombe Saqqara' che fornisce un'idea generale del contenuto di una tomba. In mostra è una bara di legno con resti di colori blu e ha testi di bara religiosi iscritti sui suoi lati interni dipinti in nero su un rivestimento giallo. Sopra la bara è stata trovata una barca a remi in legno che ora vi è esposta sopra. Un tavolo per le offerte e una falsa porta sono anch'essi esposti vicino alla bara. Sul lato destro della stanza vedrete quella che è molto probabilmente la mummia di Merenre scoperta da Gaston Maspero nel 1881, risalente alla VI dinastia, intorno al 2297-2292 a.C. La sala espone le opere di Jean Leclant e Audran Labrousse presso il Complesso piramidale di Pepi I e Pepi II, tra cui in mostra i visceri del re Pepi I e le parti conservate di un kilt.

Ritornando verso l'uscita vedremo la biblioteca di Lauer che segna la sesta e ultima galleria. L'archeologo francese Jean Philippe Lauer ha dedicato la sua vita a Saqqara, che è sempre stata e rimane un luogo di attrazione con tutto ciò che ha da offrire ai visitatori.

Potrebbe piacerti anche Cairo museums

Escursione alle piramidi egiziane

Piramidi dall'aeroporto del Cairo

Durata : 5 Giorni
Tempo di incontro : 08:00 AM

prezzo 70

Nuovo standing Colossi di Memnon

Luxor da Hurghada in pullman

Durata : 19 Giorni
Tempo di incontro : 04:00 AM

prezzo 53

Antoniadis gardens

Tour della città di Alessandria

Durata : 8 Giorni
Tempo di incontro : 08:00 AM

prezzo 47

Obelisco dell'amicizia egiziano-sovietica ad Assuan

Escursione alla città di Aswan

Durata : 10 Giorni
Tempo di incontro : 07:00 AM

prezzo 82

Pubblicato: 12 Dec 2018 Ultimo aggiornamento: 28 Jun 2020