Tempio di Luxor: descrizione, storia, fatti, immagini, escursioni

4.4 / 5 287 Recensioni

La preistoria del Tempio

Tempio di Luxor - Ipt Rsyt, l'Opet del Sud e il luogo della prima occasione (creazione) fu in gran parte il prodotto di due re: Ramesse II (1290-1224 aC) e Amenhotep III (1391-1353 aC). Uno dei più grandi e meglio conservati di tutti i monumenti del tempio in Egitto, si distingue per l'elegante semplicità e bellezza che lo distinguono dal labirintico palazzo di Amon a Karnak e ne fanno uno dei siti più popolari in Egitto. Il tempio è costituito dall'entrata principale che è formata dal pilone di Ramses II, con 6 statue colossali di se stesso: 2 seduti e 4 in piedi, ma solo i 2 seduti e 1 in piedi sono sopravvissuti di fronte al pilone. Anche Ramses II ha eretto 2 obelischi di granito in occasione del suo giubileo reale. Quello di sinistra, lungo 25 metri, è ancora nella sua posizione originale e scolpito con i nomi e titoli del re, mentre l'obelisco destro lungo 23 metri è a Parigi dal 1836.

Il complesso di Tebe di Amun

Il tempio originale di Luxor fu costruito all'inizio del Regno di Mezzo , quando il culto di Amon-Ra fu fondato a Tebe. Il tempio di Luxor, il tempio di Karnak, un piccolo tempio di Amon a Medinet Habu e i templi mortuari del re facevano tutti parte del complesso tebista di Amon. Hatshepsut e Thutmosis III smantellarono e ricostruirono il tempio di Luxor intorno al 1500 aC, e Amenhotep III ricostruì il tempio ingrandito delle dimensioni attuali intorno al 1375. I santuari orientali e il muro esterno furono smantellati nel tardo III secolo dC, quando l'imperatore romano Diocleziano chiuse Luxor Tempio all'interno di una gigantesca fortezza romana o castrum. Nel santuario, una camera originariamente associata al culto del faraone fu bloccata e ridedicata al culto imperiale. I Romani abbatterono il muro orientale e i santuari e li ricostruirono come uno stile romano con colonne a nord anta sopravvive oggi intatto. L'anta sud fu demolita nel medioevo. I blocchi di Amenhotep III in questa zona provengono tutti dal sud dell'Ata e originariamente formavano le pareti laterali e posteriori dei santuari orientali. Molti dei blocchi si uniscono per formare sezioni delle mura del santuario.

Sala del grande colonnato

Il faraone Amenhotep III (1390-1352 aC) iniziò la costruzione della grande Sala Colonnato alla fine del suo regno, ma morì prima che fosse completato. Tutankhamon (1336-1327 aC) terminò la struttura e fu responsabile della decorazione della maggior parte delle pareti interne, ma morì prima che la decorazione potesse essere completata. Il re Ay (1327-1223 aC) terminò la decorazione dell'estremità meridionale della sala (in pittura, l'intaglio fu poi completato da Seti I) e scolpì la facciata. Il suo successore Horemheb (1323-1308 aC) cancellò entrambi i nomi dei re e li sostituì con i suoi. Ai tempi di Tutankhamon le pareti laterali della Sala Colonnato erano alte quanto le colonne, e l'intera sala era coperta con grandi lastre di pietra. Il tetto crollò nel 1 ° secolo aC, e i blocchi di pietra delle pareti furono successivamente estratti e riutilizzati come materiale da costruzione attorno al tempio di Luxor nel periodo medievale. Molti frammenti delle pareti furono recuperati alla fine degli anni '50 durante gli scavi che esponevano il vicolo delle sfingi davanti al tempio. 42 di questi frammenti saranno restaurati qui sulla faccia interna del muro e completeranno parte della processione d'acqua dell'Opet, compresa la divina chiatta del dio Khonsu e dei suoi rimorchiatori.

Corte di Ramsess II

Passato il portale del traliccio, ci si ritrova nella grande entrata di Ramesse II corte di colonne di germoglio di papiro e statuaria colossale. La corte è stata brillantemente progettata per aiutare a sostenere i piloni e costituisce una singola unità architettonica con loro.
Tra le colonne della metà meridionale della corte, Ramesse II collocò statue gigantesche in granito e granodiorite gigantesche accanto a statue simili del faraone Amenhotep III, che fu responsabile della costruzione del resto del tempio. In questo modo Ramesse II si associò al suo famoso predecessore e alla responsabilità condivisa per la magnificenza del tempio. Poco prima della celebrazione del suo 1 ° anniversario o giubileo nel suo tredicesimo anno, Ramesse II cancellò tutti i nomi sulle statue di Amenhotep III e li sostituì con i suoi, assorbendo l'identità del precedente re nel processo. L'angolo nord-est della corte è occupato da due strutture più grandi, una costruita l'una sull'altra. A circa 6 ° secolo dC una chiesa copta fu costruita in questa corte, che in seguito fu riempita e divenne la piattaforma per la successiva moschea di Abu el-Haggag, che si erge ancora sopra di essa. L'ingresso piastrellato originale della moschea può essere visto adiacente all'ingresso del pilone in alto sopra l'antico piano terra. Questo ingresso alla moschea fu usato fino a poco tempo fa; gli scavi nella corte negli anni '60 hanno reso necessario lo spostamento dell'entrata ad est, verso il lato della moschea della città. La moschea funzionante rende il Tempio di Luxor uno dei rari siti in Egitto che è stato un luogo di culto continuo almeno dal 2000 aC.

Tempio di Luxor romano Porta orientale e Tetrastila

Nel tardo III secolo dC il tempio di Luxor fu incorporato in una fortezza o castrum legionario romano per gli ordini del Imperatore Diocleziano. Un enorme muro difensivo in mattoni di fango fu costruito attorno all'intero complesso del tempio, trafitto da porte di pietra. Oltre questa porta orientale e un'altra a ovest c'erano i tetrastyles del crocevia (quattro colonne monumentali sormontate da statue). La grande porta orientale e il tetrastilo furono scoperti dal governo egiziano negli anni '30. Scavo disidratante sponsorizzato dalla SCA, la Svezia e l'Agenzia per lo sviluppo internazionale degli Stati Uniti hanno scoperto il bastione / torre del mattone meridionale nel 2006.

Strutture del tempio

La parte più a sud di un grande viale di sfingi a testa umana che collega i templi di Karnak e Luxor può essere vista di fronte al tempio di Luxor con le sfingi intatte, risalente ai tempi di Nectabebo I (dinastia 30, ca 380-362 aC). Alla fine del 3 ° secolo dC durante il regno dell'imperatore romano Diocleziano, l'intero complesso era racchiuso all'interno di un grande castrum romano, o muro di fortificazione in mattoni di fango con porta di pietra. La camera di culto del re nel tempio vero e proprio fu convertita nel luogo di culto degli imperatori romani. Il tempio rimase il centro della comunità medievale di Luxor e varie chiese furono costruite all'interno e intorno al tempio, tra cui la Chiesa di Santa Tecla davanti al pilone orientale. Il muro laterale di un'altra chiesa può essere visto nel primo cortile sotto la Moschea di Abu el-Haggag, recentemente restaurato.

Tempio di Luxor Cache

Il colonnato del tempio è stato progettato da Amenhotep III e decorato da Tutankhamon & Horenheb. Consiste di 7 coppie di colonne di papiro aperte, ciascuna alta circa 16 m. La corte di Amenhotep III contiene 64 colonne di papiro raggruppate con capitelli disposti su 3 lati. Venti colonne sul lato occidentale della corte avevano 11 colonne che erano instabili e in movimento, quindi è stato deciso di prendere alcune analisi sotterranee dell'acqua e del suolo per scoprire il motivo. Le analisi hanno mostrato che il sale influenzava le basi delle colonne. Il 27 gennaio 1989, durante la raccolta dei campioni di terreno, un operaio ha trovato una lastra di pietra liscia a una profondità di 18 metri sotto il livello del suolo, quindi è stato deciso di continuare a lavorare intorno alla lastra e di conseguenza una nuova scoperta è venuta sulla terra. Il 9 febbraio 1989 cinque statue meravigliose e ben conservate sono state scoperte a una profondità di 2,5 m sotto il livello del suolo. Lo scavo è durato fino al 20 aprile 1989, quando l'ultimo pezzo è stato trovato alla profondità di 4,5 m. La scoperta è conosciuta con il nome di Luxor Temple Cache e inclusa tra le statue trovate: la statua di diorite del re Horemheb, la sfinge di alabastro di Tutankhamon che porta la doppia corona e la statua in piedi del re Amenhotep III con la doppia corona d'Egitto. Ora sono esposti al Museo di Luxor.

Progetto di conservazione dei frammenti del tempio di Luxor e Museo all'aperto

Più di 50 000 frammenti di pietra ora conservati nel cortile del tempio di Luxor erano una volta parte delle pareti decorate dei templi di Luxor e Karnak. Sono stati riutilizzati come materiali da costruzione nel periodo medievale. Molti frammenti furono scoperti negli anni '50 durante gli scavi attorno alla strada della Sfinge. Nel 1955 l'indagine epigrafica dell'Oriental Institute, Università di Chicago, iniziò un progetto di conservazione a frammentazione a lungo termine in collaborazione con il Consiglio Supremo delle Antichità egiziano. Questo progetto di conservazione è stato sostenuto da British Petroleum, The World Monuments Fund e USAID. Il primo progetto si è concentrato su 2000 frammenti studiati da Chicago negli anni '80. La documentazione iniziale, il trattamento e il monitoraggio delle condizioni si sono evoluti rapidamente per includere un inventario e una protezione di emergenza contro le acque sotterranee saline dell'intera raccolta. Alcuni gruppi di frammenti sono stati ripristinati nelle posizioni originali dei muri. Frammenti rappresentativi e gruppi frammentari riuniti dal Medio Regno ai tempi islamici sono visualizzati qui in ordine cronologico. Il display consente agli spettatori di vedere i cambiamenti storici artistici e stilistici nel corso di migliaia di anni.Trentuno blocchi di questa sezione del cortile del Tempio di Luxor provengono da una serie di santuari costruiti lungo la parete interna orientale del santuario del tempio. Questi santuari erano dedicati al grande pantheon degli dei associato ad Amon-Ra. Poiché questo tempio, Ipet Rsyt, era considerato il luogo di nascita di Amon Ra e di tutti gli dei all'inizio del tempo, potevano esserci ben 30 santuari che fiancheggiavano il santuario centrale di Amon-Ra.

Potrebbe piacerti anche Luxor temples

Escursione alle piramidi egiziane

Piramidi dall'aeroporto del Cairo

Durata : 5 Giorni
Tempo di incontro : 08:00 AM

prezzo 67

Al canale Mangroves di Ras Mohammed

Escursione Ras Mohamed via terra

Durata : 6.5 Giorni
Tempo di incontro : 08:30 AM

prezzo 17

Nuovo standing Colossi di Memnon

Luxor da Hurghada in pullman

Durata : 19 Giorni
Tempo di incontro : 04:00 AM

prezzo 50

Antoniadis gardens

Tour della città di Alessandria

Durata : 8 Giorni
Tempo di incontro : 08:00 AM

prezzo 45

Pubblicato: 12 Dec 2018 Ultimo aggiornamento: 28 Jun 2020