Storia antica dell'Egitto Dinastie dell'Antico Regno

4.3 / 5 76 Recensioni

Preistoria

L'Egitto è una terra con confini ben definiti. A est e ovest sono vasti deserti. A nord è il Mar Mediterraneo. A sud c'era una formidabile barriera di granito - ora inondata - oltre la quale giaceva la terra sterile della Nubia. All'interno di questi confini riconoscibili, tuttavia, c'era una terra divisa: l'Alto Egitto, che si estendeva da Assuan a un punto a sud del moderno Cairo, era, a parte la stretta striscia di terra che fiancheggia il fiume, in gran parte sterile. Il triangolo del Delta, o Basso Egitto, era estremamente fertile. Il clima in Alto Egitto era semi-tropicale, mentre in Delta - temperato. Tali differenze fisiche e climatiche hanno dato origine naturalmente a culture diverse, esperienze diverse e prospettive diverse.

Cultura neolitica 5000 a.c.

La civiltà egizia in questo periodo è conosciuta come "cultura Nagada" che può essere divisa in tre fasi. La cultura nasce per la prima volta nel V millennio a.c. nell'Alto Egitto tra Abydos nel nord e Armant nel sud, e successivamente si diffuse nel resto dell'Alto Egitto. La prima fase della Nagada I raggiunse rapporti commerciali con le oasi di Kharga, raggiunse il Mar Rosso ad est e la prima cataratta a sud. Il processo di consolidamento del paese, che ha portato a periodi storici in un Egitto unificante, potrebbe essere iniziato durante la seconda fase di Nagada. Sia le relazioni commerciali che i conflitti tra Alto e Basso Egitto erano fermi in questo momento. Particolarmente degni di nota durante questo periodo sono gli affascinanti dipinti murali antichi scoperti in una tomba a Hierakonpolis (ca. 3500 a.c.) e le decorazioni in ceramica con figure umane e animali, nonché navi complete di remi e cabine. La terza e più avanzata terza fase di Nagada sembra rivelare influenza sia dal Basso Egitto che da altre culture nel Vicino Oriente. Furono stabilite e consolidate province autonome fino a quando alla fine nacquero due regni separati: uno nell'Alto Egitto con la sua capitale a Nekheb (El kab, orso Edfu) e l'altro nel Basso Egitto, con la sua capitale a Buto (Tell el farain, vicino a Desouq ).

Il periodo storico 3000-332 a.c.

La storia egizia fu divisa in trentuno dinastie o famiglie reali dal sacerdote egiziano Manetho, che visse tra il 323 e il 245 a.c. Manetho scrisse la sua storia dell'Egitto a partire da Menes della prima dinastia e terminando con Alessandro Magno nel 332 a.c. Possiamo dividere ulteriormente le sue dinastie in diverse epoche discrete.

La prima dinastia 3000-2705 a.c.

È costituito dalle prime due dinastie e deriva il suo nome dalla città di origine dei primi re Thinis. La prima capitale del nuovo paese unificato fu fondata da Gor-Aha (Menes), il quarto re della prima dinastia, a Memphis. Anche la scrittura geroglifica è entrata in uso in questo momento su scala moderata per semplici documenti economici e di altro tipo. Queste prime annotazioni servivano principalmente per elencare nomi, luoghi o oggetti. Sono stati anche condotti alcuni esperimenti con la pietra come materiale da costruzione, invece del mattone di fango. Le tombe reali furono costruite sia a Sakkara che ad Abydos. Tra le famose opere rappresentative di questo periodo vi è la tavolozza di Narmer, che commemora la sconfitta dei bassi egiziani per mano degli alti egizi e l'unificazione delle due metà del paese.

Il vecchio regno 2705-2155 a.c.

Questo periodo include le dinastie 3-6. Memphis rimase la capitale politica, ma Eliopoli divenne il centro religioso più importante. I faraoni furono sepolti nella grande necropoli piramidale di Sakkara, Giza, Abusir e Dahshur (a sud-ovest del Cairo). Ci sono molti monumenti appartenenti a questa epoca come la piramide a gradini di Sakkara: è la prima struttura costruita completamente dalla pietra; la piramide piegata a Dahshur - è la prima vera piramide costruita in Egitto. Il vecchio regno era caratterizzato da un'amministrazione centrale altamente burocratica e organizzata.

Il regno medio 2134-1781 a.c.

Il periodo di transizione dalla quinta alla sesta dinastia. Il corpus della letteratura funeraria religiosa noto come "The Pyramid Texts" fa la sua prima apparizione all'interno delle camere funerarie delle piramidi. Membri della famiglia reale e alti funzionari furono sepolti nei mastabas o nelle tombe scavate nella roccia. I sepolcri ufficiali erano situati intorno alla piramide del faraone che avevano servito o nella propria provincia amministrativa.

Il Nuovo Regno 1550-1071 a.c.

Questo periodo include le dinastie 18-20, ed è considerato da molti il ​​periodo d'oro della civiltà egizia. Nella XVIII dinastia, Tebe era sia il centro politico che religioso del regno. Furono eretti magnifici templi per il dio statale Amon-Ra. Il tempio di Karnak ha funzionato non solo come il principale centro religioso, ma anche come un centro politico. Era il focus economico e diplomatico per tutto, dalla consegna delle tasse locali dall'altra parte del fiume al tributo straniero da province come Nubian, Siria-Palestina e Fenicia, e da paesi come Punt, Libia, Creta, Isole Egee e Mesopotamia (le regole più famose della XVIII dinastia).

Il 3o periodo intermedio (1070-750 a.c.)

Le dinastie 21-24 sono generalmente attribuite a questa era. Durante la XXI dinastia, l'Egitto fu di nuovo diviso in due regioni. Nel sud, lo stato teocratico era governato dal sacerdozio di Amon Ra a Karnak, mentre il nord era controllato dai sacerdoti di Tanis. Le dinastie da 22 a 24 erano di origine libica.

Il periodo tardo (750-332 a.c.)

La casa regnante di Nubia è riuscita a fondare la 25a dinastia. L'Egitto fu riunito sotto il re Shabaka e la capitale fu trasferita a Napata vicino alla 4a cataratta in Sudan. Alla fine di questo periodo gli Assiri conquistarono l'Egitto (671 a.c.). Saite o la 26a dinastia raggiunsero il rinascimento della civiltà egizia. Arte, lingua e molti altri aspetti della cultura tradizionale egiziana sono risorti da epoche classiche passate. La capitale dinastica era a Sais nel Delta occidentale, fino a quando i persiani sotto Cambogia conquistarono l'Egitto nel 525 a.c. Durante la 27-30 dinastia l'Egitto rimase sotto il dominio persiano, riuscendo occasionalmente a mettere sul trono sovrani egiziani nativi.

Periodo greco-romano (332 a.C.- 395 d.c.)

Nel 332 a.c. il paese fu invaso da Alessandro Magno, che fondò la città di Alessandria l'anno successivo. Dopo la sua morte nel 323 a.C., l'Egitto cadde sotto il dominio tolemaico fino alla morte di Antonio e Cleopatra VII I nel 30 a.c. Il paese divenne poi una provincia romana fino al 395 d.c.

Potrebbe piacerti anche Storia Antica

Escursione alle piramidi egiziane

Piramidi dall'aeroporto del Cairo

Durata : 5 Giorni
Tempo di incontro : 08:00 AM

prezzo 67

Al canale Mangroves di Ras Mohammed

Escursione Ras Mohamed via terra

Durata : 6.5 Giorni
Tempo di incontro : 08:30 AM

prezzo 17

Nuovo standing Colossi di Memnon

Luxor da Hurghada in pullman

Durata : 19 Giorni
Tempo di incontro : 04:00 AM

prezzo 50

Antoniadis gardens

Tour della città di Alessandria

Durata : 8 Giorni
Tempo di incontro : 08:00 AM

prezzo 45

Pubblicato: 12 Dec 2018 Ultimo aggiornamento: 28 Jun 2020