Cairo islamico: guida di viaggio al Cairo storico

4.7 / 5 138 Recensioni

Cairo islamico

Il nome della città

Il nome di Cairo (al-Qahira) significa "il Vittorioso". Fu la quarta capitale islamica d'Egitto dopo al-Fustat, al-Askar e al-Qataii. Al-Qahira è oggi chiamato Il Cairo tra gli anglofoni. La città principesca fortificata costruita dal leader dei Fatimidi Gawhar Al Sekelli nel 969 d.C. e completata nel 971 d.C. Era divisa in quattro quarti dall'esercito fatimide e comprendeva comunità di greci, etnici europei, armeni, berberi, sudanesi e turchi. Il nucleo della città Bayn al-Qasrayn ("Tra i due palazzi") era una piazza che separava il palazzo orientale e occidentale che era a metà strada lungo la sua strada principale (ora Sharia al-Muiz, che si estendeva da Bab al-Futuh North a Bab Zuwayla Sud.

Tesoro della città

Il Cairo è una casa del tesoro di architettura islamica, che contiene molti distinti edifici Ayoubid, Mamelucco, Ottomano e Fatimidi. Al Cairo troviamo la più grande concentrazione di monumenti islamici nel mondo, le sue moschee, mausoleo, scuole religiose, bagni, e caravanserraglio, costruiti da importanti mecenati tra il settimo e il diciannovesimo secolo, sono tra i più raffinati.I monumenti architettonici del Cairo risuonavano tra le grandi conquiste dell'umanità L'UNESCO ha elencato la capitale egiziana come una delle "Città del Patrimonio Umano". la terra mostra una concentrazione così densa di tesori architettonici storici come il Cairo.

Come esplorare la strada Al-Moiz

Poiché la via Al-Moiz è la più famosa tra i turisti e gli amanti dell'architettura islamica in quanto ha la più grande quantità di monumenti islamici all'interno dei suoi confini, iniziamo la nostra esplorazione del Cairo islamico da questa strada. Ci sono due modi per iniziare il nostro tour con: dalla famosa Cittadella del Cairo in fondo alla strada attraverso Bab al-Zuweila alla moschea di al-Azhar e poi al bazar di Khan el-Khalily ea Bab al-Futuh, oppure possiamo partire direttamente da Khan el -Khalily bazaar ed esplorerà l'area fino a Bab el-Futuh, poi si girerà e tornerà seguendo la strada parallela alla moschea di al-Hosein, attraverserà la strada per la moschea di al-Azhar e continuerà fino a Bab al-Zuela.

Khan el Khalili bazar

Prima di iniziare la nostra esplorazione del Cairo islamico vale la pena menzionare il bazar di Khan el-Khalily, che è stato fondato nel 14 ° secolo ed è considerato uno dei più grandi mercati / bazar del mondo. Qui è possibile acquistare tutti i tipi di souvenir, dalle statue ai cartouches "personalizzati" e l'arte del papiro. I mercanti d'oro e di rame all'estremità settentrionale del Khan sono l'area conosciuta come Bein al-Qasreen (tra due palazzi) e un tempo c'erano due grandi palazzi. Oggi i suoi minareti, le sue cupole e gli edifici torreggianti lasciano i visitatori impressionati dalla tradizione islamica dell'area. Il nome della zona deriva da un vasto khan costruito da Amir Jarkas al-Khalil nel 1382. Nel 1511, questa zona si era sviluppata in un importante centro per il commercio. Sultan al-Ghuri ordinò che il khan costruito da Amir al-Khalil distruggesse e ne costruisse uno nuovo, un grande khan.

Al-Muizz Street

Dal X al XVIII secolo, Al-Muizz Street, che attraversa il cuore di Fatimid Cairo, si gloriava nella sua splendida architettura islamica. Negli anni seguenti è diventato mal gestito. Ci sono voluti quasi 20 anni di restauro e riabilitazione per la strada per riconquistare gran parte dello splendore che ha visto ai tempi dei Fatimidi, degli Ayoubidi, dei Mamelucchi e degli Ottomani. Ora è una zona pedonale e un Open Museum di architettura islamica che consente alle persone di vivere le tradizioni e le usanze di coloro che hanno vissuto durante le varie epoche dell'era islamica. Oltre quaranta monumenti architettonici lungo la strada. Gli edifici da non perdere sono l'Egyptian Textile Museum, la scuola di Rokaya Bint Qalawun, la moschea Sultan Barqouq e la scuola e il complesso di Al-Mansour Qalawun. Lavoratori qualificati e i loro negozi di artigianato sono essenziali per il carattere distinto di Al-Muizz Street, dal momento che forniscono l'atmosfera vivace della zona e il governo è appassionato di sistemare gli artigiani nei loro luoghi originali, ma in un modo che integra lo splendore del la zona. È destinato a riportare l'area del mercato della seta, il mercato delle tende e altre imprese che fanno parte del patrimonio islamico in questa strada.

Sultan Qalawun complesso

Arrivati ​​all'incrocio tra la strada principale del bazar Khan el-Khalili (conosciuta come via al-Muski) e la strada Al-Mouz el-Din, vediamo proprio di fronte a noi la Moschea di Shaykh Mutahhar (sul lato destro) e Moschea di Ashraf Barsbay (sul lato sinistro). Gireremo subito e seguiremo via Al-Mouz fino alla fine, dove troviamo Bab al-Futuh. Sulla strada per i lati destro e sinistro della strada possiamo ammirare bellissimi monumenti islamici di diverse epoche.Il complesso Sultan Al-Mansour Qalawun a destra, comprendente una kuttab (scuola del Corano), moschea, mausoleo, madrasa (scuola) e maristan (asilo), fu costruito nel 1284 ed è tipico dell'architettura mamelucca con finestre a colonne che ricordano il gotico stile. Oltre l'ingresso in muratura, un lungo corridoio si affaccia sulla moschea e sulla kuttab sulla destra. A sinistra, il mausoleo conserva il suo raggio originale e il soffitto a cassettoni, terminando con l'ingresso al maristan. Il mausoleo è noto per essere tra gli edifici più belli del Cairo; il suo cortile principale è schermato dal corridoio da uno schermo e tutto è finito in stucco; la cupola svettante, scolpita in arabeschi, è rifinita in vetro colorato luminescente. Eppure fu ai tempi del figlio di Mansour, Nasir Mohamed Ibn Qalawun, che regnava ininterrottamente dal 1293 al 1340, che l'arte mamelucco raggiunse il suo apice; Il complesso di Nasir, costruito nel 1295 e simile nel complesso a quello di suo padre, vanta il primo kuttab cruciforme del Cairo; l'ingresso è preso dalla Chiesa Crociata di San Giovanni d'Acri e potrebbe essere l'esempio più bello esistente del suo genere.

Sabil di Mohamed Ali

Sul lato sinistro non si può passare senza notare il sabil (fontana) di Mohamed Ali a Nahassin, che è stato restaurato e ridisegnato come primo museo tessile egiziano. Il sabil è stato originariamente costruito su ordine di Mohamed Ali Pasha per commemorare suo figlio Ismail, morto in Sudan nel 1822. Si tratta di una grande sala rettangolare che si apre sulla sala Tassbil, con una facciata di marmo arrotondata e quattro finestre che circondano un ovale ciotola di marmo Il "logo" dell'Impero ottomano con una mezzaluna e una stella decora l'area sopra ogni finestra. La facciata in legno del sabil e la parte superiore del telaio sono decorate in stile rococò e barocco, lo stile principale visto in molti degli edifici di Mohamed Ali.

Sabil-kuttab di Abdel Rahman Kathuda

Proseguendo lungo la strada, sul lato destro, troverete Madrasa-Khanka del Sultan Barquq e poi in mezzo alla strada una bella Sabil-kuttab di Abdel Rahman Kathuda viene mostrata da molto lontano. Questo sabil è un eccellente esempio di stile architettonico islamico che è stato utilizzato come modello per una delle mostre egiziane alla Chicago World's Fair del 1893. Costruito nel XVIII secolo da Abdel Rahman Kathuda, l'edificio fornisce il perno per una nuova strada che si dirama dalla strada al-Muazz lasciando le finestre del grilletto del sabil-kuttab esposte su tre lati. Quando entri nel sabil ci sono 3 porte che puoi scegliere di seguire; uno a destra ti condurrà alla cisterna, un altro al kuttab e l'ultimo a una piccola stanza dove è stata distribuita l'acqua. La camera interna a livello della strada è rivestita con piastrelle splendidamente decorate e offre una vista interessante della facciata e dei minareti dei complessi di Qalawun e Barquq.

Beit al- Suhimy

Manterremo il sentiero a sinistra e continueremo a camminare fino all'incrocio successivo della strada, dove possiamo visitare una tipica casa del medioevo di un ricco commerciante noto come Bayt al-Sihaymi. Situato al largo di Darb al-Asfar, a metà strada tra Bab al-Futuh e la moschea al-Husein, questa casa è stata oggetto di un ampio restauro e restauro e ora accoglie i visitatori. Questa casa di commercianti di quasi 300 anni è in realtà due case che si unirono alla fine del XVIII secolo (la più antica risale al 1648).

Giù al-Moaz street

Ora uscendo di casa, torniamo allo stesso percorso e continuiamo a camminare verso Bab al-Futuh, sulla strada ancora molti interessanti monumenti da esplorare. Presto sul lato destro troveremo una delle moschee più antiche della moschea Al-Aqmar in Egitto con una facciata molto bella, se vuoi entrare nei locali, prenditi il ​​tuo tempo. Poi continua a camminare e, a pochi passi dalla moschea sul lato sinistro della strada, vedremo una squisita facciata in stile ottomano del Sabil di Agha al-Silahdar. Mentre continuiamo a spostarci troviamo sul lato destro un minareto molto strano che domina l'area, questi sono minareti della moschea di al-Hakim con le iscrizioni più antiche sul suo ....Ora siamo arrivati alla fine di Al-Muaz Street e possiamo vedere Bab al-Futuh di fronte a noi. Passeremo sotto il cancello e vedremo la struttura da un altro lato, così come cammineremo lungo una parte del muro originale del Cairo fino a raggiungere un'altra porta del Cairo, conosciuta come Bab al-Naser. Quindi, entriamo di nuovo in città e continuiamo la nostra esplorazione fino a raggiungere la Moschea di Hossein.

Potrebbe piacerti anche Islamic cairo

Escursione alle piramidi egiziane

Piramidi dall'aeroporto del Cairo

Durata : 5 Giorni
Tempo di incontro : 08:00 AM

prezzo 76

Nuovo standing Colossi di Memnon

Luxor da Hurghada in pullman

Durata : 18 Giorni
Tempo di incontro : 04:00 AM

prezzo 76

Antoniadis gardens

Tour della città di Alessandria

Durata : 8 Giorni
Tempo di incontro : 08:00 AM

prezzo 50

Obelisco dell'amicizia egiziano-sovietica ad Assuan

Escursione alla città di Aswan

Durata : 10 Giorni
Tempo di incontro : 07:00 AM

prezzo 88

Pubblicato: 12 Dec 2018 Ultimo aggiornamento: 28 Jun 2020