Popolo nubiano: cultura, tradizioni, stile di vita | Eredità nubiana in Egitto

4.7 / 5 129 Recensioni

La perdita dellaNubia

La perdita della Nubia fu una delle grandi tragedie del mondo. Non significò soltanto l'inondazione di un'intera terra e la perdita dei suoi antichi monumenti, ma sradicò un'intera popolazione dal suo territorio natio. La Nubia era uno dei pochi luoghi rimasti sulla terra che non era stato rovinato dall'umanità. Certo, era una terra aspra e sterile, ma era una terra a cui il popolo aveva, e ha anzi, fino ad oggi, un forte attaccamento.

Allora chi sono i Nubiani?

I nubiani furono inizialmente vittime di forze al di fuori del loro controllo quando la diga di Aswan fu costruita alla fine del XX secolo, e successivamente intensificata in due occasioni. I residenti nubiani erano obbligati a spostarsi su un terreno più elevato man mano che la loro terra veniva progressivamente inondata. i loro insediamenti erano necessariamente costruiti sulla stretta pianura alluvionale del Nilo. Nel 1960 fu loro detto che una volta completata l'Alta Diga avrebbero perso l'intera terra e che avrebbero dovuto iniziare una nuova vita lontano dalle loro case ancestrali, trovarono difficile crederci. Tuttavia, 50.000 di loro furono trasferiti su suolo egiziano. Sono ora alla loro seconda generazione come cittadini egiziani, ma i nubiani egiziani sono comunque sensibili alla loro etnia.

Posizione della Nubia

La gente orgogliosa della Nubia perse la terra nei primi anni '70, ora sommersa da uno dei più grandi serbatoi d'acqua dolce artificiali dell'Africa: il lago Nasser. Il lago, lungo circa 360 km nel territorio egiziano e altri 140 km nel territorio adiacente in Sudan, fece precipitare praticamente quella che un tempo era conosciuta come Bassa Nubia. La Nubia era diventata una terra un po 'idealizzata per la maggior parte dei suoi uomini, costretta dalle circostanze economiche a migrare a nord verso il Cairo e altri centri urbani egiziani e arabi per lavoro, tornando brevemente durante le vacanze e infine al momento del pensionamento. I migranti nubiani parlerebbero dei loro villaggi "come luoghi di pace e onestà; direbbero una" terra benedetta ", libera da conflitti e conflitti della vita urbana". La Nubia era un luogo isolato e riparato, al di fuori del campo di applicazione degli estranei, compresi gli amministratori del governo. "I bellissimi villaggi lungo il Nilo con case spaziose e boschi di palme verdi erano un luogo di pace e tranquillità.

Tradizioni del popolo Nubiano

Nei tempi antichi gli abitanti o almeno le cricche dominanti delle società altamente stratificate e gerarchiche, della Bassa Nubia adottavano abiti egiziani. I loro sacerdoti, come le loro controparti egiziane, indossavano sacre pelli di leopardo, ma i loro sovrani erano invariabilmente raffigurati dagli egiziani con un copricapo distinto da una sola piuma verticale che nell'iconografia del Nuovo Regno d'Egitto indicava un avversario del sud. sviluppato un rapporto, che è curiosamente banale anche oggi. Si sviluppò una relazione di odio-amore, che è curiosamente banale anche oggi. I nubiani contemporanei sono le popolazioni indigene della valle centrale del Nilo che vivono lungo le strette chiazze di terra fertile che serpeggia nel deserto e forma una gigantesca lettera "S" nel nord del Sudan e nella punta meridionale dell'Egitto. Sono un popolo le cui origini precise sono sconosciute, ma i cui anziani oggi conversano in quattro lingue nilo-sahariane strettamente correlate conosciute collettivamente come "nubiane". La Nubia era il luogo di incontro delle civiltà mediterranea e africana, la gente della Nubia non è né alti egiziani né arabi. Sono nubiani, sono distintamente razziali dal resto degli egiziani - allora e ora la carnagione più scura dei nubiani era una caratteristica distintiva della loro identità unica e un fattore distintivo dagli alti egizi. La lingua era ancora un altro fattore di differenziazione. Tuttavia, è chiaro che nei tempi antichi - dall'era pre-dinastica ai giorni morenti dei Faraoni - la distinzione tra Nubia superiore e inferiore era tanto marcata come quella tra Nubia (superiore e inferiore) ed Egitto (superiore e inferiore) .

Religione dei Nubiani

I nubiani hanno una tradizione molto distinta di celebrare la festa musulmana di Ashoura e che ha poca somiglianza con l'Islam e che ricorda le antiche leggende del passato più remoto. Esiste una relazione intrinseca e simbiotica tra Osiride e Al-Hussein, questa è parte integrante della loro cultura. Indica anche la loro specificità culturale. Nella mente nubiana, Al-Hussein è molto associato a Osiride. In effetti, il martirio di Saddam ricorda l'omicidio di Osiride. Si crogiola nelle sfaccettature della cultura nubiana e richiama l'attenzione dei suoi ascoltatori sulle minuzie e le sfumature particolaristiche del patrimonio culturale della Nubia. La croce è fino ad oggi un potente simbolo della specificità culturale nubiana ed è spesso usata come motivo per abbellire gli edifici, la Nubia è stata una terra cristiana per più di un millennio prima che i suoi abitanti adottassero l'Islam come propria religione. Il fenomeno curioso è che le donne nubiane sono molto più determinate degli uomini ad agire come depositanti del passato.

Donne della Nubia

Le donne nubiane sono particolarmente orgogliose del loro patrimonio culturale. Alle donne della Nubia piace mostrare i loro mestieri tradizionali e le abilità festive, ma anche il cibo succulento per cui sono rinomati, come il weika fresco (un parente di gombo). Per 50 anni, sono state le donne nubiane a mantenere viva l'eredità culturale della loro gente anche quando la loro terra è stata inondata. Le donne nubiane fino ad oggi raccontano storie ai loro figli nel dialetto nubiano. Quando realizzano cestini di plastica per scopi utilitaristici e per la vendita ai turisti, ricordano il tempo in cui erano tessuti dalle fibre naturali delle palme sacre della Nubia. Cantano canzoni nubiane, eseguono danze tradizionali, si sposano da sole e persino le case di cemento che sono state costruite per loro quando si sono trasferite a Kom Ombo sono state decorate con amore con facciate colorate che ricordano le loro case a cupola ordinate a Nubia, le loro pareti a volte dito dipinto con immagini di polli, scorpioni e altri simboli sacri o con documenti dei loro pellegrinaggi alla Mecca.

Identità regionale dei Nubiani

I nubiani hanno un forte senso di identità regionale, hanno i loro distintivi abiti bianchi e turbanti. Le donne nubiane, come le donne dell'Alto Egitto o dei Sa'id, sono tradizionalmente drappeggiate in un nero intransigente. Il tradizionale tob nero delle donne nubiane e sa'idi è un capo esterno indossato su abiti più colorati.

Coccodrillo del Nilo e il suo significato per i Nubiani

I pescatori di Nubia cacciavano i coccodrilli e li riempivano di paglia, appendendoli alle loro porte come talismani per proteggersi dal malocchio. La bocca del coccodrillo è stata lasciata aperta, ma il corpo è stato drappeggiato con perline colorate. Per il popolo dell'antico Egitto, l'olom, come il coccodrillo del Nilo è conosciuto nel dialetto nubiano, era molto più che un portafortuna. Al tempo dei faraoni fu adorato come il dio Sobek, in onore del quale fu eretto il tempio di Komombo nell'Alto Egitto.

Villaggi Nubiani

I villaggi nubiani erano costruiti in pietra, argilla e sabbia, i tetti erano generalmente di steli spigolosi e di grano. I pavimenti erano ricoperti di sabbia pulita e gli utensili domestici per l'uso quotidiano pendevano dal soffitto. Modelli di nubiani in case tradizionali che svolgono varie attività domestiche, sociali e agricole che rivelano il modo di vivere tradizionale possono ora essere visti nel museo Nubia di Aswan. C'è anche un dipinto del settimanale Post Boat che una volta si fermava in ciascuno dei 46 distretti della Nubia sulla rotta per Wadi Halfa da Shellel, a sud di Aswan, portando posta e rifornimenti.

Lingua Nubiana:

Circa il 35 per cento del vocabolario della lingua nubiana di Faditcha e il 20 per cento di Kenuz hanno origini meroetiche. Di conseguenza, ci sono anche connessioni meroetiche con un certo numero di lingue africane tra cui il Fur del Darfur e alcune lingue parlate nel Kordofan nel Sudan occidentale, nel Ciad e in Etiopia. Esiste una forte connessione tra le lingue parlate contemporanee della Nubia e quelle dell'Africa a sud del Sahara. Tuttavia, a parte le polemiche, Meroetic declinò con il cristianesimo e l'antico nubiano si sviluppò influenzato da copto, greco e latino e scritto in copto e in latino. Tuttavia, era la stessa lingua parlata nei regni meroetici pre-cristiani della Nubia.

Chiesa Cristiana Nubiana

La chiesa e i regni cristiani nubiani avevano forti affiliazioni con la chiesa etiope. Nubia, tuttavia, all'inizio ebbe il sopravvento. Fu nel XIV secolo che la Chiesa etiope divenne più importante e la Chiesa nubiana declinò. Nubia era cristiana prima dell'Etiopia. La conversione dei nubiani all'Islam è stato un processo pacifico ed è stato impedito dal commercio. Ci sono nubiani, in alcune tribù, con origini arabe. Sono un popolo di razza mista non di pura razza nubiana.

Lista di Popolo Egiziano

Potrebbe piacerti anche

Nuovo standing Colossi di Memnon

Luxor da Hurghada in pullman

Durata : 18 Giorni
Tempo di incontro : 04:00 AM

prezzo 76

Antoniadis gardens

Tour della città di Alessandria

Durata : 8 Giorni
Tempo di incontro : 08:00 AM

prezzo 50

Escursione alle piramidi egiziane

Escursione Cairo Scalo Aeroporto

Durata : 10 Giorni
Tempo di incontro : 08:00 AM

prezzo 95

Obelisco dell'amicizia egiziano-sovietica ad Assuan

Escursione alla città di Aswan

Durata : 10 Giorni
Tempo di incontro : 07:00 AM

prezzo 95

Pubblicato: 12 Dec 2018 Ultimo aggiornamento: 28 Jun 2020