Bandiera dell'Egitto: storia, significato e sviluppo

4.1 / 5 170 Recensioni

La forma e le dimensioni delle bandiere egiziane variavano da quelle piccole che portavano un semplice slogan, a quelle grandi con un sacco di medaglie e slogan. La forma più antica di queste bandiere che si riferivano al faraone era una bandiera usata durante il regno di Hatshepsut. La bandiera era un semicerchio all'interno di un mezzo ventaglio (il pieno sole). Quelle bandiere erano di colori attraenti e fissate su un lungo palo di legno. Durante il regno di Akhnaton un pezzo di stoffa lunga fu aggiunto alla bandiera sulla parte superiore del palo e proprio sotto il ventilatore. Questo pezzo di stoffa era composto da 3 strisce: rosso, verde e rosso. Questa bandiera è stata issata davanti al faraone durante le sue campagne militari o la cerimonia religiosa. Fu anche incisa su alcuni templi egizi. La forma di questo fan ha continuato a rappresentare l'immagine tradizionale della bandiera fino alla fine dell'età antica e alcuni cambiamenti minori sono stati introdotti anche ad essa. Accanto alla bandiera reale c'erano bandiere per tutte le divisioni militari. Ognuno portava un simbolo e un nastro del dio che era seguito dal soldato della divisione. C'erano anche bandiere a forma di sun boat o di un antico alfabeto egiziano, o di un animale: leone, falco, gazzella, piuma di struzzo ecc.

In alcuni casi la bandiera consisteva in più di una forma e le unità militari avevano le loro bandiere. Anche le navi militari avevano le loro. La bandiera dell'equipaggio della nave di King ad esempio, rappresentava una persona seduta con una corona reale in testa e il tradizionale ventaglio (pieno sole). Il resto delle navi militari portava bandiere sul fronte. Le bandiere si svilupparono molto in Egitto durante il Medioevo. La bandiera nera abbasidiana fu utilizzata per l'intero esercito egiziano durante il periodo di Abbasidi, Tulunidi e Ikshididi. Quando i Fatimidi emersero in Egitto nel 909 d.C., venne invece usata una bandiera verde. Ciò fu fatto per distinguere il regno fatimide dai regni precedenti. Chiamavano le loro bandiere militari "Al Brood" e una casa chiamata "Dar al Brood" fu messa da parte. La bandiera del Fatimid Khaliph si distinse dalle altre essendo collocata su una piattaforma con una ciotola d'oro e una mezzaluna in cima. Con la fine dell'era fatimida e l'emergere degli Ayubidi in Egitto nel 1171 d.C., che seguirono la fazione Soni della religione islamica, le bandiere nere abbasidiane tornarono ad essere utilizzate.

Durante Mmluks fu usata anche questa bandiera nera. Inoltre, ogni leader mamelucco aveva la propria bandiera privata con una riproduzione di aquila, spada, leone e così via al centro della bandiera, a simboleggiare questo particolare leader. Lo sfondo di tali bandiere era principalmente bianco o rosso. L'era mamelucca è famosa per le sue parate militari precedute da portabandiera. Il capo della parata "Al Alam Dar" portava la bandiera del grande sultano mentre "Al Songk Dar" portava la bandiera della nazione. Un gruppo che portava altre bandiere simili era chiamato "Al Sanagk". Un gruppo chiamato "Al Grawishia" portava alcune altre bandiere con disegni di titoli del sultano ("Al Assab"). Quando l'Egitto era sotto l'occupazione ottomana nel 1517 d.C., la bandiera ufficiale dell'Egitto divenne la bandiera turca rossa ottomana con una mezzaluna bianca e la stella esagonale. Questa bandiera fu in uso fino a quando Mohammed Ali Pasha nel 1805 d.C. salì al potere. Nel 1823 d.C. realizzò una nuova bandiera privata per l'Egitto.

La bandiera era rossa con una mezzaluna bianca nel mezzo che circondava una stella bianca. Per distinguerla dalla bandiera turca, la stella era un pentagono anziché un esagono come su una bandiera turca. Rimase così fino al 1867 quando Al Khedawy Ismaiel adottò una bandiera diversa come primo passo per ottenere l'indipendenza dalla Turchia. All'interno di ogni mezzaluna c'era una stella bianca pentagonale. Lì tre mezzaluna si riferivano alle tre regioni che comprendevano la nazione egiziana in quel momento: Egitto, Alto Egitto e Sudan. Quando gli inglesi occuparono l'Egitto nel 1882 d.C., questa bandiera fu cancellata e la bandiera rossa ottomana con una mezzaluna e una stella bianca tornò in uso. La situazione rimase tale fino allo scoppio della prima guerra mondiale nel 1914, quando il mandato della Turchia sull'Egitto fu abrogato e fu imposta la protezione britannica sull'Egitto. La bandiera rossa con 3 mezzalune e 3 stelle riacquistò e rimase la bandiera del Sultanato egiziano fino al 10 dicembre 1923 d.C., quando fu emesso un ordine reale, dichiarò l'uso di una nuova bandiera per il Regno egiziano. La bandiera divenne verde con una mezzaluna e 3 stelle.

Questa bandiera fu in uso fino alla rivoluzione del 1952. E nel 1958, quando fu istituita l'unione egiziano-siriana, la bandiera fu cambiata in tre colori: rosso, bianco e nero. Due stelle furono sostituite nel mezzo della parte bianca che simboleggiava i 2 paesi dell'unione - Egitto e Siria. Successivamente le stelle furono sostituite da un'aquila, e ora questa è la bandiera che abbiamo in Egitto. Il nome della bandiera egiziana è cambiato nel tempo come segue: durante il regno di Omayyad e Abbasid è stato chiamato "Al Lwaa", "Bnd" durante Fatimids e "Sanagk" durante il periodo mamelucco e turco.

Escursione alle piramidi egiziane

Piramidi dall'aeroporto del Cairo

Durata: 5 Ore
Tempo di incontro : 08:00 AM

Prezzo 53

Al canale Mangroves di Ras Mohammed

Escursione Ras Mohamed via terra

Durata: 6.5 Ore
Tempo di incontro : 08:30 AM

Prezzo 18

Nuovo standing Colossi di Memnon

Luxor da Hurghada in pullman

Durata: 19 Ore
Tempo di incontro : 04:00 AM

Prezzo 47

Antoniadis gardens

Tour della città di Alessandria

Durata: 8 Ore
Tempo di incontro : 08:00 AM

Prezzo 47

Pubblicato: 12 Dec 2018 Ultimo aggiornamento: 28 Jun 2020