Grande Sfinge di Giza: storia, descrizione, fatti, foto

4.3 / 5 279 Recensioni

La statua della Sfinge fu sepolta per gran parte della sua vita nella sabbia. Fu il re Thutmose IV (1425 - 1417 a.C.) che pose una stele tra le sue zampe anteriori, sulla quale, Thutmose descrive un evento, mentre era ancora un principe, di quando era andò a caccia e si addormentò all'ombra della sfinge. Durante il sogno, la sfinge parlò a Thutmose e gli disse di spazzare via la sabbia. La sfinge gli disse che se lo avesse fatto, sarebbe stato premiato con la regalità dell'Egitto.

Thutmose eseguì questa richiesta e la sfinge mantenne la sua promessa nell'accordo. Certo, nel tempo, la grande statua, unica istanza unica di una colossale scultura scolpita a tutto tondo direttamente dalla roccia naturale, si ritrovò di nuovo sepolta sotto la sabbia. Nell'era più moderna, quando Napoleone arrivò in Egitto nel 1798, la Sfinge fu sepolta ancora una volta con la sabbia fino al collo, a questo punto, crediamo che il naso mancasse da almeno 400 anni. Tra il 1816 e il 1817, il mercante genovese, Caviglia cercò di liberare la sabbia, ma riuscì solo a scavare una trincea lungo il torace della statua e lungo la lunghezza delle zampe anteriori. Anche Auguste Mariette, fondatrice del servizio antichità egiziano, tentò di scavare la Sfinge, ma si arrese frustrata per l'enorme quantità di sabbia. Ha continuato a esplorare il tempio della valle di Khafre, ma è tornato nella Grande Sfinge per scavare nel 1858.

Questa volta riesce a ripulire la sabbia fino al pavimento roccioso del fossato intorno alla Sfinge, scoprendo nel processo diverse sezioni del pareti protettive attorno al fossato, così come strane scatole di muratura lungo il corpo del monumento che avrebbero potuto servire da piccoli santuari. Tuttavia, a quanto pare non è stata ancora rimosso tutta la sabbia.Nel 1885, Gaston Maspero, allora direttore del servizio antichità, tentò nuovamente di liberare la Sfinge, ma dopo aver esposto i precedenti lavori di Caviglia e Mariette, fu costretto ad abbandonare il progetto a causa di problemi logistici. Tra il 1925 e il 1936, l'ingegnere francese Emile Baraize scavò la Sfinge per conto del Servizio Antichità, e apparentemente per la prima volta dall'antichità, la grande bestia fu nuovamente esposta agli elementi.

In effetti, la sabbia è stata la sua salvezza, poiché, essendo costruita in morbida arenaria, sarebbe scomparsa molto tempo fa se non fosse stata sepolta per gran parte della sua esistenza. È la più grande statua monolitica del mondo, lunga 73,5 metri (241 piedi), 19,3 metri (63 piedi) di larghezza e 20,22 m (66,34 piedi) di altezza. È la più antica scultura monumentale conosciuta e si crede che sia stata costruita dagli antichi egizi dell'Antico Regno durante il regno del Garaone Khafra.

Potrebbe piacerti anche Tombe Antiche

Escursione alle piramidi egiziane

Piramidi dall'aeroporto del Cairo

Durata : 5 Giorni
Tempo di incontro : 08:00 AM

prezzo 67

Al canale Mangroves di Ras Mohammed

Escursione Ras Mohamed via terra

Durata : 6.5 Giorni
Tempo di incontro : 08:30 AM

prezzo 17

Nuovo standing Colossi di Memnon

Luxor da Hurghada in pullman

Durata : 19 Giorni
Tempo di incontro : 04:00 AM

prezzo 50

Antoniadis gardens

Tour della città di Alessandria

Durata : 8 Giorni
Tempo di incontro : 08:00 AM

prezzo 45

Pubblicato: 12 Dec 2018 Ultimo aggiornamento: 28 Jun 2020